Peppe Quiriti   --Musicista--

 

 

Nato a Napoli, comincia giovanissimo per diletto a suonare il basso, diplomatosi perito agrario, lascia tutto per seguire la sua    vera passione, la Musica, approfondendone lo studio con insegnanti quali Rino Zurzolo per il basso, Valerio Silvestro per l'armonia jazz, Luigi Martinelli e Filippo Lops per la teoria. Questo lo porterą a diplomarsi al Conservatorio "G.Martucci" di Salerno per poi perfezionarsi presso "Musicisti Associati" di R. Pasquariello, Jasbo Shool di V. Silvestro.

Ha avuto esperienze formative che l'hanno portato a suonare con personaggi illustri del panorama Pop italiano sia dal vivo che in studio, facendo in modo che si delineasse un inconfondibile stile proprio.

Nel pieno della maturitą artistica, facendo quasi un percorso a ritroso nelle sue radici musicali, riscopre la canzone classica napoletana, genere in cui aveva mosso i primi passi e grazie anche all'amico compositore Alfredo Venosa, inizia a scrivere canzoni come "Uocchie nire", "A canzona mia"(inserite nell'archivio sonoro della Canzone Napoletana Rai ), che uniscono alla classicitą dei testi la sua sensibilitą di musicista.

Grazie a musicisti come lui che cercano di unire elementi della tradizione a musicalitą attuali ci si accorge dell'immortalitą della canzone classica napoletana, che si rinnova diventando moderna, riuscendo sempre a stare al passo dei tempi cambiando pelle ma lasciando inalterata la sua anima profonda.